fbpx

L’e-bike fa bene (meglio della bici tradizionale!)

Per gli scettici che ancora credono che l’e-bike sia solo la versione più “comoda” della tradizionale bicicletta arriva la conferma, direttamente da uno studio universitario, che pedalare in e-bike sia addirittura più salutare che andare con la bicicletta canonica. Esatto, avete letto bene: si fa più esercizio fisico e si prende meno frequentemente la macchina. Lo studio – condotto dall’Università di Zurigo e poi pubblicato dal “Transportation Research Interdisciplinary Perspectives Journal” – ha preso in esame le abitudini di più di 10.000 adulti in sette diverse città europee (tra cui Londra, Barcellona e Anversa) ed ha dimostrato, appunto, che usando una e-bike si farebbe più esercizio fisico rispetto all’utilizzo di una normale bicicletta senza nessuna forma di assistenza.

Lo ha dimostrato uno studio condotto dall’Università di Zurigo

Semplicemente perché chi usa una e-bike tende ad utilizzarla mediamente per più ore a settimana e, di conseguenza, anche se lo sforzo per la pedalata è minore, il tempo di esercizio complessivo è superiore. In e-bike, oltretutto, si coprono distanze più lunghe che in bicicletta; questo perché un e-biker fa meno sforzo per singolo chilometro rispetto a un normale ciclista, ma percorrendo più chilometri spende più energia nel computo finale. Sostanzialmente, l’e-bike, spinge al movimento una fetta di popolazione che potrebbe venire scoraggiata dalla fatica della bicicletta muscolare. Va ancora meglio, poi, quando la e-bike sostituisce una macchina per muoversi. Infatti il gap tra il monte MET – Metabolic Equivalent Task, ovvero un valore standard dell’intensità dell’attività fisica per ogni attività utilizzato nello studio. Ad esempio, sedersi richiede 1 MET mentre camminare richiede 4 MET, guidare una e-bike 5 MET e pedalare 6,8 MET – è incredibilmente più alto. 

Articoli correlati